You are here

Assistenza sanitaria integrativa e previdenza complementare

Nella maggior parte dei Paesi in cui il Gruppo opera, sono presenti assicurazioni sanitarie integrative a condizioni agevolate rispetto alle alternative presenti sul mercato. In molti casi è l’azienda stessa ad assicurare benefíci relativi alla prevenzione e ai periodici check-up (si veda anche il capitolo dedicato a “Salute e sicurezza sul lavoro”).
In Italia strumenti di salute e prevenzione sono forniti attraverso un fondo supplementare per i dipendenti Enel (FISDE) che fornisce rimborsi per i servizi di salute dati nel piano supplementare di welfare. In linea con gli accordi collettivi, tutti i dipendenti sono membri del FISDE. Anche gli ex dipendenti di Enel possono continuare a ricevere gli stessi benefíci attraverso il pagamento di un contributo di membership. I dipendenti possono, inoltre, ricevere benefíci dalla rete di accordi fatti con una serie di strutture sanitarie (ospedali pubblici e privati, case di cura, cliniche, dentisti, ecc.) o con i rimborsi dei servizi forniti in altre strutture. Il FISDE rimborsa anche i costi relativi alla medicina di prevenzione nel campo dei protocolli di salute forniti per la prevenzione del cancro e le malattie cardiovascolari. È proseguito il servizio di supporto psicologico grazie all’accordo con il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP) e la Società Psicoanalitica Italiana (SPI).
Il FISDE interviene anche nel contesto del supporto familiare, per esempio in tema di disabilità e delle emergenze sociali (disadattamento, alcolismo, dipendenza da droghe, ecc.). Programmi di assistenza supplementari ai dipendenti e alle loro famiglie e alle comunità sono, inoltre, forniti grazie al protocollo di azione sociale allegato all’accordo di contrattazione collettiva.
Tra le misure di supporto al personale vi è anche la possibilità di accedere ai fondi pensione complementari e il riconoscimento di varie forme di benefíci individuali nelle prestazioni connesse al trattamento di fine rapporto di lavoro. Al 31 dicembre 2016 i dipendenti coperti dal piano pensionistico nel Gruppo Enel sono pari a 41.749. Sono presenti fondi pensione principalmente in Italia (Fopen e Fondenel), Spagna e Brasile.

Gestione dei rischi connessi alle trasferte

Nel corso del 2016 è stata aggiornata la travel policy di Enel, con l’obiettivo di garantire in modo sistematico la valutazione e la gestione del rischio di tutte le trasferte, dalla pianificazione di un viaggio fino al rientro. Alle persone Enel che viaggiano verso destinazioni considerate a rischio viene consegnata un’informativa specifica sulla situazione sanitaria e sulle condizioni di sicurezza dei Paesi di destinazione. In particolare, mediante il sistema di prenotazione dei viaggi aziendali, vengono automaticamente inviate, prima della partenza, la Security Travel Guide e la Health Guide, mentre eventuali aggiornamenti sono forniti durante il viaggio. In relazione agli specifici rischi della destinazione, Enel predispone, quando necessario, le idonee misure di protezione (guide esperte, scorte, ecc.). Per coordinare l’intero processo è attivo un presidio 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, che supporta le persone in viaggio, monitora le notizie dal mondo e coordina la risposta in caso di situazioni di pericolo o emergenza.
Un modello a oggi utilizzato in Italia e che Enel sta progressivamente estendendo a tutti i Paesi in cui opera.

SDG di riferimento: 
Principali azioniTarget
Valutazione delle performance per le persone che lavorano in azienda da almeno 3 mesi100% delle persone* coinvolte nel 2020
99% delle persone* valutate nel 2020
94% delle persone* intervistate
(feedback) nel 2020
Indagine di climaCoinvolgimento 100% delle persone*
nel 2020
Partecipazione 84% delle persone*
nel 2020
Implementazione della policy in materia di diversità e inclusioneIl processo di selezione deve garantire
un’equa rappresentanza di genere nel
bacino delle candidature (50% al 2020)
Nomina focal point in materia di disabilità
nei Paesi di maggior rilevanza al 2017
Assegnazione tutor al 100% degli expat
nell’ambito dei progetti di mobilità per i
più giovani al 2020
Training - Programmi di borse di studio per le persone di Enel in cooperazione con partner strategici nelle università e nei centri di ricerca 480 borse di studio nel periodo
2017-2020
Promozione di una cultura di viaggio sicuro 100% dei Paesi di presenza al 2020 (estensione a tutti i Paesi del Gruppo del modello operativo presente in Italia, creazione di un cruscotto di monitoraggio)100% dei Paesi di presenza al 2020

* Eleggibili e raggiungibili: coloro che risultano in forza e attivi da almeno 3 mesi nell’anno di valutazione e coloro che possono accedere al questionario onlineo cartaceo.

Piano di Sostenibilità 2017-2019