You are here

Enel Cuore Onlus

Enel Cuore Onlus è nata nel 2003 dalla volontà di Enel di esprimere in maniera trasparente il proprio impegno nella solidarietà sociale, un sostegno alle comunità che non è solo filantropia ma che rientra in un più ampio concetto del ruolo sociale d’impresa cui Enel si ispira.
Nel 2016 l’impegno di Enel nelle attività filantropiche è rimasto alto pur avendo avviato un percorso di ottimizzazione e di focalizzazione delle risorse prevalentemente sul territorio nazionale e con un target prevalente su minori e anziani in difficoltà. Grazie a un contributo economico complessivo di oltre 6 milioni di euro è stato possibile sostenere il terzo settore nella realizzazione di 32 nuovi progetti calibrati sul fabbisogno delle persone e con un forte impatto sulle comunità. Le attività si sono concentrate su temi specifici e di grande attualità: la scuola, intesa come luogo di crescita e di relazione, la lotta all’isolamento sociale degli anziani soli e l’accoglienza strutturata dei minori stranieri non accompagnati che arrivano nel nostro Paese per fuggire dalla guerra e dalla povertà. Rimane alta l’attenzione per la salute e il benessere dei bambini che vivono l’esperienza della malattia nonché per la tutela dei bambini che vivono all'interno di nuclei familiari particolarmente fragili. Sostenere i genitori che si trovano in un momento della vita difficile vuol dire garantire una normalità della relazione padre-figlio o madre-figlio e rafforzare quindi la genitorialità a beneficio dei figli e di tutta la famiglia. Infine, l’impegno di Enel Cuore unito a quello di Enel Energia ha permesso di individuare 4 importanti progetti di utilità sociale da realizzare in 4 macro aree del territorio italiano, con il coinvolgimento diretto delle persone di Enel che lavorano nelle realtà operative sul territorio nazionale più performanti. La scelta degli ambiti di intervento su cui indirizzare le risorse economiche è ricaduta sul tema della cura e l’assistenza dei bambini ospedalizzati e sul fenomeno crescente del bullismo e del cyberbullismo.

Progetto Viva gli Anziani! Una città per gli anziani, una città per tutti

Prevenire l’isolamento sociale e l‘istituzionalizzazione, offrendo un’alternativa alle tradizionali risposte residenziali e di assistenza domiciliare, secondo un modello di sharing economy. Il progetto si sviluppa nel biennio 2016-2017 ed è rivolto a una popolazione anziana di ultrasettantacinquenni. Il progetto prevede di raggiungere ben 10mila anziani e conivolgerà 15 città1.

In collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio.

Minori stranieri non accompagnati – Bando Never Alone

Garantire il benessere e l’integrazione dei minori stranieri non accompagnati che arrivano in Italia da soli.
In particolare l’iniziativa vuole premiare le buone pratiche di accoglienza, educazione e formazione.
Tra i vari progetti proposti per il bando sono stati selezionati e approvati 8 progetti.

Progetti realizzati sulla base del bando “Never Alone, per un domani possibile”, promosso da EPIM (European Programme for Integration and Migration) e in collaborazione con le fondazioni europee2 e le più importanti Fondazioni Bancarie Italiane3.

Progetto Fare Scuola

Intervenire e migliorare la qualità di alcuni luoghi riconducibili a diversi ambienti della scuola nell’arco di 3 anni in 60 scuole dell’infanzia e primarie nel territorio nazionale. I territori sono individuati in modo da favorire quelle scuole che in un contesto di forti disagi economici, sociali e culturali rappresentano un punto di riferimento delle comunità.
Il progetto, che si sviluppa nel triennio 2015-2017, ha visto alla fine del 2016 il completamento di 31 interventi in altrettante scuole mentre altri 4 interventi sono in via di realizzazione.

In collaborazione con la “Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi”.

1 Roma, Genova, Napoli, Catania, Novara, dove il progetto è già attivo, Venezia, Livorno, Campello sul Clitunno, Civitavecchia, Santa Marinella, Brindisi, Reggio Calabria, Sassari, Carbonia, Iglesias, dove il progetto dovrà essere attuato nel corso del prossimo anno.
2 Grecia, Germania, Belgio, Svizzera.
3 Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione con Il Sud, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

SDG di riferimento: 
Principali azioniTarget
Accesso all’energia3 milioni di beneficiari, principalmente in Africa, Asia e America Latina al 2020
Sviluppo sociale ed economico1,5 milioni di beneficiari* al 2020
Istruzione di qualità0,4 milioni di beneficiari al 2020
Implementazione di nuovi progetti a beneficio delle comunità in cui Enel opera per la creazione di valore condiviso e diffusione della cultura dell’energia 
Diffusione del modello di Creazione di Valore Condiviso (CSV) nelle attività operative (Sviluppo del business - BD, Ingegneria e Costruzioni - E&C, Gestione e Manutenzione - O&M)
Diffusione e valorizzazione di partnership strategiche e operative

* Target aggiornato rispetto ai 500.000 beneficiari iniziali

Piano di Sostenibilità 2017-2019