You are here

Relazioni industriali sui temi di salute e sicurezza

Al fine di facilitare l’applicazione delle iniziative per la salute e la sicurezza e per favorire la condivisione delle decisioni e dei risultati, sono stati istituiti in tutti i Paesi molti comitati congiunti, dedicati al monitoraggio e al controllo delle condizioni di salute e sicurezza a livello nazionale e divisionale. Con l’obiettivo di facilitare l’integrazione e la standardizzazione dei comitati che operano a diversi livelli, nel corso del 2012, in Italia, è stata istituita una commissione bilaterale sulle politiche di sicurezza e tutela sul posto di lavoro, in accordo con il modello italiano di relazioni industriali del 17 luglio 2012. La commissione ha come obiettivo la promozione di attività di prevenzione e di formazione, nonché la sensibilizzazione sui temi della salute e della sicurezza, oltreché l’elaborazione e la raccolta di “buone pratiche”. A partire dal 2013, questa dimensione partecipativa è stata ulteriormente estesa a tutto il perimetro del Gruppo Enel, attraverso la creazione di una commissione bilaterale per la salute e la sicurezza a livello di Gruppo, costituita in base all’accordo quadro Enel globale del 14 giugno 2013. La commissione del 2013, che ha definito una “raccomandazione congiunta”, applicabile in tutti i Paesi Enel, è focalizzata sull’applicazione e l’attuazione degli standard di sicurezza e della salute a livello di Gruppo.

Qui di seguito ulteriori dettagli sulle commissioni che operano nei vari Paesi a livello nazionale e/o locale.

PAESECOMITATI PARITETICI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA
ItaliaOltre alla commissione bilaterale sulle politiche di sicurezza e la tutela dell’ambiente di lavoro, costituita nel 2012, ci sono due comitati che operano a livello divisionale per Infrastrutture e Reti e nella Divisione di Generazione.
Inoltre, sono organizzati periodici incontri che coinvolgono il datore di lavoro, il servizio di prevenzione e protezione dei manager, il medico competente e il rappresentante della sicurezza dei lavoratori. Gli incontri sono fissati almeno una volta all’anno e rappresentano il 100% dei dipendenti.
RussiaIn ogni centrale in Russia ci sono comitati che si occupano di salute e sicurezza.
Ogni unità organizzativa ha un rappresentante dei lavoratori in materia di salute sul lavoro, per un totale di 49 rappresentanti, che comunica con i manager aziendali e i sindacati.
SlovacchiaIn ogni impianto è stato istituito un comitato per la sanità e la sicurezza. Ogni comitato è composto dai rappresentanti dei lavoratori (suggeriti dai sindacati) e dai rappresentanti dei datori di lavoro.
Il comitato per la salute e la sicurezza valuta periodicamente lo stato di attuazione delle politiche di salute e sicurezza sul lavoro e propone misure per gestire, controllare e migliorare la sicurezza.
RomaniaIn accordo con quanto previsto dalla legislazione, ci sono comitati di sicurezza e igiene in ogni società, composti da: rappresentanti dei membri della compagnia, il medico specializzato e rappresentanti professionali dei membri dei sindacati/rappresentanti dei dipendenti, che si incontrano periodicamente (con cadenza trimestrale) per discutere di problemi specifici, e proporre misure per gestire, controllare e migliorare la sicurezza.
SpagnaA livello nazionale è stata costituita la Comisión de participación y control e, a livello locale, Comités de seguridad y salud territoriales.
ArgentinaNelle centrali elettriche ci sono comitati bilaterali in materia di igiene e di salute, che si riuniscono una volta al mese od ogni due mesi.
CileIn tutti i centri di produzione con più di 25 lavoratori, ci sono Comités paritarios de higiene y seguridad, che deliberano sulle iniziative di salute e sicurezza sul lavoro attraverso un piano di lavoro annuale.
Questi comitati si riuniscono una volta al mese.
PerùCi sono 5 comitati bilaterali, che vedono anche il coinvolgimento dei rappresentanti delle ditte appaltatrici.
BrasileIn tutti i siti è istituita la Comissão interna de prevenção de acidentes, composta da rappresentanti della società e da rappresentanti dei lavoratori;  si è concentrata sulla creazione di iniziative di prevenzione degli infortuni.
Colombia Sono stati istituiti due comitati paritetici (COPASST), uno per la distribuzione e uno per la generazione, che si occupano della promozione delle norme di medicina del lavoro.

SDG di riferimento: 
Principali azioniTarget
Extra Checking on Site (ECoS) - pianicati (n.)120 nel 2020
Programmi globali di sensibilizzazione su prevenzione e promozione della salute (n.)17 nel periodo 2017-2020
Ulteriore riduzione del tasso combinato di infortuni (LTIFR) e di assenza dal lavoro (LDR)
Integrazione della sicurezza in policy, processi e procedure 
Iniziative dedicate per rafforzare la consapevolezza e l’impegno di dipendenti e appaltatori su salute e sicurezza e promozione della cultura della sicurezza
Miglioramento continuo dei controlli sulla sicurezza e delle ispezioni “on site” e indagine su tutti gli incidenti e i “near miss” rilevanti, con individuazione delle misure preventive e correttive
Piano di Sostenibilità 2017-2019