You are here

Le emissioni generate di SO2, NOx e polveri

I maggiori inquinanti atmosferici associati alla produzione termoelettrica sono gli ossidi di zolfo (SO2), gli ossidi di azoto (NOx) e le polveri.

Le emissioni sono misurate al camino, nella maggior parte degli impianti di grandi dimensioni attraverso sistemi di monitoraggio in continuo, secondo quanto richiesto dalla normativa nazionale.

Rispetto al 2015 le emissioni in atmosfera dei tre composti sono diminuite in relazione alla minore produzione termoelettrica realizzatasi nel 2016 (-8%), e, nell’ambito di questa, della minore produzione a carbone (-16%) rispetto all’anno precedente, alla quale ha corrisposto una produzione stabile degli impianti a gas.

I valori specifici delle emissioni in atmosfera riflettono gli andamenti delle emissioni totali, anche relativamente alla produzione termoelettrica, semplice e combinata (energia elettrica e calore di tutto il parco di produzione).

Le emissioni specifiche hanno avuto una diminuzione nel 2016 legata al minor funzionamento delle centrali a carbone e all’uscita dal perimetro degli impianti della società Slovenské elektrárne da agosto 2016. La variazione più significativa riguarda l’SO2, in diminuzione del 23% rispetto all’anno precedente, nel quale si è avuto un picco legato al funzionamento di unità meno efficienti in Slovacchia a causa di un fermo temporaneo di alcune unità in manutenzione.

Le emissioni specifiche di NOx sono scese del 4% rispetto all’anno precedente grazie anche a un funzionamento stabile degli impianti a gas nell’ultima parte dell’anno.

L’abbassamento del valore specifico delle polveri è legato in particolare all’ottimizzazione del funzionamento dei tre filtri a manica installati nella centrale di Reftinskaya nel 2015.

Nei prossimi anni è attesa una progressiva diminuzione di tutti gli inquinanti grazie a una serie di interventi su tutto il parco di generazione per allineare gli impianti alle best practice di settore attraverso l’installazione o il miglioramento degli impianti di abbattimento degli inquinanti e la progressiva dismissione degli impianti meno efficienti.

Emissioni specifiche di SO2, NOx e polveri rispetto alla produzione netta complessiva (g/kWheq)

 

Obiettivi al 2020

Enel, rispetto ai dati consuntivati nel 2010, si è posta il raggiungimento entro il 2020 di obiettivi di riduzione delle emissioni in atmosfera valutati sulla base dei risultati raggiunti e della pianificazione da Piano Industriale dei prossimi tre anni, che vedrà un’evoluzione del mix verso le energie rinnovabili e una riduzione della generazione da fonte fossile attraverso una variazione del perimetro del parco di produzione.

SDG di riferimento: 
Principali azioniTarget
Riduzione delle emissioni specifiche di SO2-30% al 2020, rispetto all’anno base 2010
Riduzione delle emissioni specifiche di NOx-30% al 2020, rispetto all’anno base 2010
Riduzione delle polveri-70% al 2020, rispetto all’anno base 2010
Riduzione del consumo specifico di acqua-30% al 2020, rispetto all’anno base 2010 
Indice di cavizzazione74% al 2019
Riduzione dei rifiuti prodotti-20% al 2020, rispetto all’anno base 2015
Attuazione del Piano per la Biodiversità
Proseguimento nella tutela delle specie presenti nella “Red List” dell’International Union for Conservation of Nature and Natural Resources (IUCN)
nelle aree protette in prossimità degli impianti
Circular economy

Adozione di un approccio sistematico alla circular economy all’interno del Gruppo
Avvio progetto di valutazione impatti circular economy
Avvio collaborazione con imprese e istituzioni
Applicazione coerente dei princípi della circular economy ai Progetti Futur-e, considerando la circular economy come fattore chiave nello sviluppo degli stessi

Piano di Sostenibilità 2017-2019